Sebastiano Ambra

Sebastiano Ambra nasce a Catania nel 1979. Dopo la laurea in Lettere moderne, si trasferisce a Roma dove intraprende la carriera da giornalista. Diventa professionista nel 2010, torna in Sicilia e inizia a lavorare nella redazione del Quotidiano di Sicilia. Nello stesso anno firma un contratto per un progetto televisivo e inizia a produrre e curare interamente format d’inchiesta.

Collabora con alcuni importanti progetti di comunicazione come il rilancio de I Siciliani, ottenendo significativi riscontri, e pubblica i libri di inchiesta Fango (2010, Imart, con prefazione di Leoluca Orlando), Il fumo li uccide (2012, Rubbettino), e con il collettivo L’anacaprina l’instant ebook LaScia o Raddoppia | Complotti e cospirazioni nella politica italiana (2014, Round Robin).

Appassionato di grafica e grafica editoriale firma diversi lavori per progetti legati a iniziative sociali antimafia o di partecipazione dal basso. L’esordio nella narrativa risale al 2018 con il romanzo L’enigma del secondo cerchio (Dario Flaccovio); nel 2020 fonda il collettivo Sicilia Niura con tre scrittori siciliani per promuovere gli autori isolani dediti al genere giallo e ai suoi sottogeneri, e per promuovere le loro opere.