Giuseppe Conte


IMG_ConteNato ad Imperia nel 1945, Giuseppe Conte, scrittore, poeta e saggista, è stato editor di poesia per la casa editrice Guanda e ha scritto per diversi giornali e riviste nazionali. Ha prodotto e condotto un programma sulla poesia per la televisione italiana. Il suo primo libro di critica, La metafora barocca, è stato pubblicato nel 1972.

I temi principali della poetica di Conte sono il mito e la natura, che trovano spazio sia in L’ultimo aprile bianco (1979) che in LOceano e il ragazzo (1983). Quest’ultimo, tradotto in francese da Jean-Baptiste Para, ha vinto il premio Nelly Sachs nel 1989. Con il libro successivo, Le stagioni, Conte vince il Premio Montale.

Sillogi più recenti sono Canti d’oriente e d’occidente (1997), Nuovi Canti (2001) e Ferite e Rifioriture (Premio Viareggio 2006). Nel 2015, per gli Oscar Mondadori, Conte pubblica il volume Poesie 1983-2015. Nello stesso anno vince lo Janus Pannonius International Prize per la Poesia insieme al poeta americano Charles Bernstein.

Conte è anche autore di romanzi, tra i quali: Il terzo ufficiale (tradotto in Francia e vincitore del Premio Hemingway), La casa delle onde (finalista al Premio Strega 2005 e tradotto in Francia), L’adultera (tradotto in Francia e vincitore del Premio Manzoni per il miglior romanzo storico dell’anno 2009) e Il male veniva dal mare (2013).

Ha pubblicato saggi sul viaggio e sul mito (Terre del mito, Mondadori 1991 e Longanesi 2009), due libretti d’opera, tre testi teatrali e due antologie, La lirica d’occidente (1990) e La poesia del mondo (2003), che includono poemi di tradizione araba, persiana, turca, indiana, cinese e giapponese.

È anche traduttore di Blake, Shelley, Whitman e D.H. Lawrence.

Ha letto la sua poesia in oltre 30 paesi, dalla Francia alla Russia, dagli Stati Uniti all’Argentina, dalla Svezia al Marocco, dal Portogallo a Cuba, dalla Turchia all’India. I suoi libri sono tradotti in francese, inglese, russo, greco, ungherese, ceco, arabo e gaelico.

Attualmente vive a Sanremo.

 

Condividi sui social
Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Facebook